venerdì 30 ottobre 2009

Yogurt fatto in casa

yogurt fatto in casa

Lo yogurt è un alimento che mi piace tantissimo. Esso consiste in latte fermentato da fermenti lattici che gli vengono aggiunti e che fanno sì che il lattosio, presente nel latte, si trasformi in acido lattico.

Farlo in casa è molto semplice ed è anche piuttosto pratico, data la diffusione di varie yogurtiere in commercio.
Noi ne abbiamo una che ci è stata regalata tempo fa e lo facciamo spesso in casa.

Che dire dello yogurt fatto in casa?

- è molto più buono di quello in commercio : io non riesco quasi più a mangiare lo yogurt del supermercato, mi sembra annacquato rispetto al nostro!
- è più economico: con un litro di latte e una bustina di fermenti lattici si ottengono 8 vasetti di yogurt.
- è ecologico : zero imballaggi ma solo comodi e pratici vasetti di vetro in dotazione alla yogurtiera che si possono lavare e riutillizzare.

Le yogurtiere in commercio sono inoltre abbastanza accessibili: tra 15 e i 30 euro si trovano moltissime valide alternative.

Per fare in casa lo yogurt serviranno:

-Un litro di latte intero
-Fermenti lattici (acquistabili in farmacia)

Dopo di che sarà sufficiente mescolare il latte ( a temperatura ambiente) e i fermenti lattici in un contenitore. Dopo aver mescolato, si versa il tutto nei vasetti di vetro e li si ripone nella yogurtiera.

I vasetti prima dell'accensione della yogurtiera:

yogurtiera

Si accende la yogurtiera e dopo circa 6-8 ore lo yoghurt è pronto.

La yogurtiera non fa altro che riscaldare il latte e i fermenti fino a 35°-40° e mantenere costante questa temperatura, che permetterà allo yogurt di formarsi.

Nel caso non si volessero acquistare i fermenti lattici in farmacia si può mescolare il latte ad un vasetto di yogurt naturale da 125 gr.
I risultati migliori io li ho ottenuti usando dello yogurt naturale bio della Coop mischiato con un pò meno di un litro di latte. Viene uno yogurt cremosissimo! :-)

Inoltre, qualora si faccia spesso lo yogurt, si può tenere da parte un vasetto di yogurt fatto in casa: lo si potrà utilizzare come starter per lo yogurt successivo.
Basterà infatti ogni volta mescolare il nostro vasetto di yogurt autoprodotto ad un litro di latte e si avranno nuovamente altri 8 vasetti yogurt.
Dopo un pò di volte che si utilizza questo metodo, però, lo yogurt comincia a diventare sempre più liquido: a quel punto conviene utilizzare per il prossimo yogurt dei nuovi fermenti.

9 commenti:

Ale ha detto...

Che bello Ikka!
Io ho un sacco di progetti sull'autoproduzione...Yoghurt, pane, orticello sul balcone e molte altre idee anche non culinarie ma sto aspettando di avere la mia casetta, a casa dei miei non posso...non capiscono e mi prendono in giro! E poi preferisco avere la mia privacy e la mia tranquillità...Da mia mamma c'è sempre troppo via vai e non mi piace dover spiegare cosa sto facendo e ricevere delle occhiate tipo "questa è matta"...E' successo durante la produzioni dei grissini delle Simili...che tutti si sono allegramente spazzolati poi eh!
Eh eh...

Anonimo ha detto...

ciau Ikka,
sono elena ma senza yogurtiera è possibile farlo o è un macello?
cmq bellissimo blog! veramente un sacco interessante!
baci a presto!
ele

chiara71 ha detto...

ciao grazie per la visita !Anch'io faccio spesso lo yogurt in casa con risultati anche abbastanza buoni .Bello il tuo blog ho trovato molti spunti interessanti ,l'ho già inserito tra quelli che mi piacciono ,ciao a presto!!!

Ikka ha detto...

@ale: Bravissima! Sono sicura che con la tua nuova casetta ti verranno facili tanti porgetti sull'autoproduzione!:-)
@Elena: Ciao Ele!!!!:-) A dire il vero credo si possa fare anche senza yoghurtiera..solo che la diffioltà sta nel mantenere costante la temperatura del latte!:-)
@chiara 71: grazie per essere passata di qua!:-)

Daniela B. ha detto...

Ma quante cose belle combini?? :)
anche lo yogurt!io l'ho fatto qualche volta partendo da un vasetto di yogurt mischiato al latte fresco e poi messo in una bottiglia di vetro in forno per una notte a temperatura stabile (forno appena tiepido),é venuto cremoso e buono..già che ci penso é un po' che dovrei rifarlo!

Fili ha detto...

ciao!
ho ripreso il post dello yogurt per il nostro sito!
brava veramente brava!
aspettiamo sempre tue news
http://www.vivalowcost.com/casa/375-fare-lo-yogurt-in-casa-economico-e-low-cost-per-lambiente.html

Anonimo ha detto...

Anch'io faccio sempre lo yogurti in casa. Hai dimenticato di specificare che bisogna usare latte a lunga conservazione (UHT) altrimenti lo yogurt non viene perchè il latte solo pastorizzato non è abbastanza "sterile" e i fermenti lattici ne restano compromessi.
La cremosità dipende invece anche dal tipo di latte se è intero, oppure scremato. Se volete uno yogurt super cremoso aggiungete panna! (sempre a lunga conservazione!)
Ciao da Marta

Amer ha detto...

Gentile Ikka,
complimenti per la sua pagina e soprattutto per i valori che esprime. La invito a visitare il nostro sito www.yogolife.it sullo yogurt fatto in casa. Spero che troverà spunti interessanti per le sue future prove. Se lei è d'accordo, segnaleremo sulla nostra pagina fb www.facebook.com/yogolife il suo blog. Grazie e a presto, Amer, Yogolife Milano.

Ikka ha detto...

@Amer: grazie per la visita!:-) Ho dato un'occhiata al bostro sito e mi è parso davvero interessante! Non ho nulla in contrario alla segnalazione di questa pagina su facebook!Buona giornata!:-)